Cascate di ghiaccio Valnontey bassa (Val di Cogne)

Tags: , ,

Le cascate di ghiaccio della val di Cogne sono veramente tante. E’ una zona delle alpi molto conosciuta che rappresenta sicuramente un punto obbligato per ogni appassionato.

Le cascate della Valnontey rappresentano in questo lungo elenco la parte predominante dell’intera zona… é la dimensione canadese dell’arrampicata su ghiaccio… diceva Gian  Carlo Grassi.

Le cascate di ghiaccio in Valnontey sono talmente tante che per meglio elencarle abbiamo diviso la valle in alta e bassa.In questa prima parte vengono elencate le cascate di ghiaccio della sinistra e della destra orografica fino al ponte dell’Erfaulet.

Accesso: Da Cogne, dalla piazza del paese, diparte a destra la strada che conduce nella splendida Valnontey e al suo villaggio omonimo. Parcheggiare l’auto nel grande parcheggio appena prima di giungere alle case. Da qui seguire i vari tracciati battuti, molto utili saranno le indicazioni posizionate anche per le cascate. Vogliamo ricordare che sulle piste di fondo è vietato camminare anche con le racchette da neve, solamente alcuni brevi attraversamenti sono acconsentiti.

1

Cascata del Lauson

A.Cambiolo e D.Domeneghini 30-01-82

Difficoltà: II/2+

Lunghezza: 70 metri

Quota: 1700 metri

Avvicinamento: da Valnontey attraversare il torrente e seguire le indicazioni per rifugio V.Sella alta via 1. Passare nei pressi del giardino botanico e seguire il sentiero sino al primo tornante che volge a destra. Uscire a sinistra dal tracciato e portarsi alla base della cascata. 30 minuti

L1 : 60° 70° con breve muretto a 90°.

L2: 50° 60° sino ad uscire sul facile torrente.

Discesa: Seguire il torrente sino a reperire sulla destra la facile uscita per raggiungere il sentiero del rifugio. Continuando si può raggiungere il ponte che attraversa il corso d’acqua.

cheap antibiotics pills amoxicillin over the counter

Interesse: 2

2

Ingegneria

Cambiolo,Uturrate,Ruzza e Torrazza 6-2-93

Difficoltà: II/3+

Lunghezza: 100 metri

Quota: 1750 metri

Avvicinamento: come per la cascata del Lauson in quanto questa si trova a sinistra. 40 minuti

L1: rampa a 80° poi colonna di 10 m a 90°.

L2: muro a 70° 75° con brevi tratti a 90°.

Discesa: in doppia lungo la cascata.

Interesse: 3

3

Cascata di Thoule

A.Cambiolo e D.Domeneghini 30-01-82

Difficoltà: II/3+

Lunghezza: 100 metri

Quota: 1800 metri

Avvicinamento: da Valnontey seguire il classico e largo tracciato per il fondovalle. Poco dopo il campeggio volgere a destra sul ponte che attraversa il torrente. Continuare diritti e attraversare due volte la pista di fondo. Continuare diritti puntando ad una casa isolata, da qui leggermente a destra nel bosco e raggiungere il canale dove è posta la cascata.  50 minuti

L1 : bella lunghezza a 80° sino al canale alla base del superbo salto finale che piega a destra.

L2 : 65° 70° sino alla base della sezione verticale.

L3 : 90° per breve tratto poi 70° sino al termine all’albero con catena.

Discesa: Dall’albero con catena con una doppia raggiungere il canale. Sulla destra

orografica una calata, difficile da raggiungere in salita, porta alla base.

Interesse: 5

4

Thoulette

A.Casalegno e E. Marlier 15-12-88

Difficoltà: II/4

Lunghezza: 110 metri

Quota: 1750 metri

Avvicinamento: come Toule sino alla casa isolata nel bosco, da qui salire verso sinistra in direzione della cascata. 1 ora

L1 : bella colonna 15 m a 90° poi 75° 80° sino alla conca nevosa.

L2 : pendio di neve 50°

L3 : muro di 40 m a 80° 85°

Discesa: sull’asse della cascata (non attrezzata)

Interesse: 2

5

Leer piccolo fiore raro

M.Miceli, V.Savin e G.Vistarini 15-01-01

Difficoltà: II/5

Lunghezza: 210 metri

Quota: 1750 metri

Avvicinamento: poco prima della casa isolata traversare a sinistra in piano sino alle baite poste in fondo alla larga piana. Da queste salire nel bosco e raggiungere la base. 1 ora

L1 : Muro appoggiato alla roccia di formazione fine spesso cariato 80° 85° 40 m

L2 : più facile 30 m a 70° con breve muretto a 80°

L3 : tratto di raccordo 60° 65° con uscita a 70° 50 m

L4 : Muro un po’ più ripido 70° 80° breve tratto a 90° 50 m

L5: tratto finale 70° 80° 40 m

Discesa: sulla cascata in corda doppia (non attrezzata)

Interesse: 3

6

Ma non finisce mai

A.Savin e G.Savin 19-12-98

Difficoltà: III/2

Lunghezza: 700 metri

Quota: 1750 metri

Avvicinamento: dalle baite in fondo alla larga piana, continuare in piano sino a reperire il canalone in cui si genera la cascata. 1 ora e 10 minuti

L1-L2-L3: Sequenza di canale interrotto da tre risalti facili 60° 70° sino al restringimento del colatoio. Continuare nel canale per circa un ora puntando alle colate poste in alto.

L4. L5: Due risalti sempre facili 60° continuando verso le due colate in alto.

L5-L6: Uscire dalla colata di dx con due lunghezze 60° 70°.

Discesa: uscire sui prati del Lauson e andare a dx per raggiungere il sentiero del rifugio V.Sella.

Interesse: 2

7

Crollo di un mito

Cambiolo, Chiriotti e Invernizzi 27-12-92

Difficoltà: III/3

Lunghezza: 100 metri

Quota: 1850 metri

Avvicinamento: Da Valnontey seguire il largo tracciato per il fondo valle e poco dopo una casa isolata appoggiata ad una roccia, seguire le indicazioni per Sentiero dei Trool e Valmiana. Con il tracciato della pista di fondo attraversare il torrente sulla passerella e puntare alla colata posta a destra. Raramente si forma. 1 ora e 15 minuti

L1 : breve balzo a 90° poi 70° 80° sino al pendio di neve.

L2 : facile pendio nevoso.

L3 : largo muro a rigonfiamenti 60° 70° sino al pendio che segna la fine.

Discesa: uscire a dx e traversare sino a reperire un comodo canale nel bosco che riconduce alla base.

Interesse: 2

8

Cascata di Valmiana

M.Marone e D.Vota 1981

Difficoltà: III/3

Lunghezza: 200 metri

Quota: 1750 metri

Avvicinamento: come per crollo di un mito sino ad oltrepassare sul ponte della pista di fondo. Seguire leggermente e destra e salire sui pendii innevati in direzione dei due colatoi ben visibili. Valmiana è quello di destra. 1 ora e 15 minuti

L1: bel muro di 20 m a 80° 85° sino al pendio nevoso.

L2 : facile pendio di neve.

L3 : facili risalti 65° 75°

L4 : bel muretto a 70° che chiude in alto alla base del balzo finale.

L5: muro 70° poi strettoia finale a 80°.

Discesa: scendere su soste a fix con tre corde doppie sino al pendio nevoso. Qui uscire sulla sx orografica e facilmente seguire il bosco che riporta alla base.

Interesse: 3

A

Vivi goully

Viviana Savin e compagni

Difficoltà: III/3

Lunghezza:

Quota: 1750 metri

Avvicinamento: come per Valmiana in quanto questo è il canalone di sinistra. 1 ora 2 20 minuti

L1:

L2:

L3:

Discesa:

Interesse: 1

9

Sentiero dei Troll

Cambiolo, Domeneghini e Barbara Elter 29-01-83

Difficoltà: III/3

Lunghezza: 350 metri

Quota: 1750 metri

Avvicinamento: come per Valmiana in quanto questo è il canalone di sinistra. 1 ora 2 20 minuti

L1-L2: facili muri a 60° 70°

L3 : muro più ripido 80° con breve tratto a 90°

L4-L5-L6-L7: ancora muri facili a 60° 75°

Continuando nel canale incassato che sale 50°, si raggiunge un balzo 65° 70°, che accede al canale terminale. Poco prima delle rocce che chiudono il canale uscire a dx e traversando si raggiunge il laghetto del Lauson e infine il rifugio V. Sella.

Discesa: dal termine di L7 uscire a sx e tra facili rocce scendere sino alla base di L5. Traversare la cascata e iniziare a scendere nelle vicinanze dei larici sino alla base. Possibile usare le piante per le calate in doppia.

Interesse: 4

10

L’amour retrouvé

Borre, Cambiolo, Mottini e Savin 02-02-97

Difficoltà: III/4+

Lunghezza: 350 metri

Quota: 1750 metri

Avvicinamento: superare verso il fondovalle il sentiero dei Trool e reperire, sempre sulla destra la cascata in questione caratterizzata da un bellissimo muro finale. 1 ora e 15 minuti

L1: corta candela incassata di 15 m a 90° poi più facile 60°

L2: pendio facile 60°

L3: Muretto a 60° 70°

L4: breve candela a 90° incassata in un diedro poi pendio a 60°

L5: canalino di misto sino alla base dell’enorme salto finale

L6: muro finale a 70 ° 80°

Discesa: problematica e di non facile individuazione. Qui bisogna essere esperti in terreni aleatori e difficili. Possibilità di sfruttare chiodi in fessura, blocchi di roccia, larici e abalakov.

Interesse: 4

11

Buon compleanno

M.Giampietri e D.Margotta 15-01-03

Difficoltà: III+/4+

Lunghezza: 260 metri

Quota: 1750 metri

Avvicinamento: poco dopo l’amour retrouvè e posta la colata relazionata. 1 ora e 15 minuti

L1: Bel muro di 20 m a 80° 90°

L2: sezione di rampe a 70° 75° 50 m

L3: ghiaccio sottile 70° 80°

L4: piccola colonna 10 m a 90° poi terreno più facile su neve e terra

L5: Goulotte di terreno misto 70° 80° su ghiaccio sottile

Discesa: Una calata su uno spit e infine seguire le calate di L’amour retrouvé

Interesse: 3

12

Sogno di Patagonia

A.Cambiolo, M. Mottini e R.Vittorangeli 05-03-95

Difficoltà: III/5+

Lunghezza: 220 metri

Quota: 1800 metri

Avvicinamento: proseguire oltre e sempre sulla destra è inconfondibile la cascata in questione, riconoscibile dalla formidabile candela iniziale. 1 ora e 30 minuti

L1: breve muretto a 80°

L2: candela staccata dalla roccia di 20 metri a 90° posata su un cono.

L3: facili rigonfiamenti a 60° 70°

L4: pendio nevoso sino alla strettoia

L5: breve lunghezza 70 ° 80° sino alla base della goulotte finale.

L6: stretta goulotte 80° con breve tratto a 90°

Discesa: sfruttando alberi e vecchi chiodi e spit in posto (non attrezzata)

Interesse: 5

13

Benedetto virus

A. Savin e Viviana Savin 21-01-00

Difficoltà: III/3

Lunghezza: 150 metri

Quota: 1800 metri

Avvicinamento: poco dopo sogno di Patagonia, di difficile individuazione. 1 ora e 45 minuti

L1-L2-L3: seguire il sistema di canalini e couloir che si insinuano tra le rocce. Prevedere passaggi delicati di roccia con picche in mano.

Discesa: sfruttare quello che madre natura offre, terreno d’avventura all’ennesima potenza.

Interesse: 1

14

Cascata Gran Val

Bragalenti, Grassi e Margaira 28-12-86

Difficoltà: II/3

Lunghezza: 150 metri

Quota: 1800 metri

Avvicinamento: da Valnontey seguire il largo tracciato per il fondovalle e raggiungere il villaggio di Valmiana. Proseguire sul tracciato battuto per i pedoni e ghiacciatori attraversando dopo poco la pista di fondo. Continuare su tracciato nei pressi del torrente e raggiungere il punto dove la pista di fondo compie il giro di boa. Appena oltrepassata la passerella che attraversa il torrente, uscire a sinistra e salire facilmente su pendii sino alla base della cascata incassata in una bella forra. 1 ora e 30 minuti

L1: facile muro a 60° 70°

L2: canale nevoso

L3: largo muro che si restringe in alto 70° 80°

L4: bella goulotte stretta a 80° con brevi risalti a 90°

Discesa: con tre corde doppie sfruttando gli ancoraggi in loco

Interesse: 4

15

Millennium bug

G.Bazzocchi, A. Cambiolo e N. Meli 06-01-00

Difficoltà: III/5

Lunghezza: 150 metri

Quota: 1800 metri

Avvicinamento: come per gran Val in quanto questa cascata è posta sulla barriera rocciosa di sinistra. 1 ora e 30 minuti

L1: salire la rampa obliqua verso sx. che passa dietro alla colonna centrale 70° 80°

L2: colonna di circa 20 m a 90° poi più facile

L3: facile canale a 70°

Discesa: dalla fine salire ancora brevemente a raggiungere un gruppo di alberi posti a dx per la prima doppia. Scendere ad un altro larice ben visibile e da questo con un’altra doppia tornare alla base.

Interesse: 3

15a

La via degli allievi

E. Bonino, I.Dettore e C.Piovano 15-02-13

Difficoltà: III/4

Lunghezza: 420 metri

Quota: 1850 metri

Avvicinamento: daValnontey seguire e indicazioni per le cascate del fondovalle e raggiungere il bivio a sinistra per la cascata di Patry e Acheronte. Continuare sino alla curva a sinistra del tracciato. Scendere la riva del torrente e reperire sulla sinistra orografica un grande camino caratteristico per il blocco incastrato ed una rampa che aqscende da destra verso sinistra. Raggiungere la base del camino da dove inizia la colata.  1 ora e 30minuti

L1: breve passo di misto poi pendio di neve facile

L2: camino di ghiaccio 70°  poi facile

L3: facile rigonfiamento 70° poi rampa di ghiaccio sottile con breve tratto finale di roccia

L4: facile canale di neve 50° 60°

L5: muro 70° 80° poi goulotte incassata 75°

L6: rampa su ghiaccio sottile poi camino di ghiaccio effimero con alcuni movimenti su roccia

L7: canale di neve 60°

L8: ghiaccio 70° 80° con brevi tratti a 90° con movimenti delicati su ghiaccio sottile

Discesa: in corda doppia sulla cascata

Interesse: 4

16

Daikiry

D.Blac e L.Foretier  20-01-94

Difficoltà: II/5

Lunghezza: 30 metri

Quota: 1850 metri

Avvicinamento: dal villaggio di Valmiana proseguire sul tracciato battuto per i pedoni e cascatisti attraversando dopo poco la pista di fondo. Continuare su tracciato nei pressi del torrente e poco prima della passerella del giro di boa della pista di fondo, volgere a sinistra sul sentiero che conduce verso il fondovalle. Continuare sempre sul tracciato e tralasciando alcuni bivi indicati, raggiungere il ponte dell’Erfaulet che attraversa il torrente principale. La candela è posta subito a destra appena superato il corso d’acqua.

L1: superare il colonnato di 30 m a 90°

Discesa: traversare a sx sino a facili pendii che riportano al torrente. Oppure attrezzare una calata utilizzando i larici posti poco a monte del termine della cascata.

Interesse: 2

17

Acheronte

Grassi, Caneva e Bisso 24-03-85

Difficoltà: II/3

Lunghezza: 400 metri

Quota: 1950 metri

Avvicinamento: dal villaggio di Valmiana proseguire sul tracciato battuto per i pedoni e cascatisti attraversando dopo poco la pista di fondo. Continuare su tracciato nei pressi del torrente e poco prima della passerella del giro di boa della pista di fondo, volgere a sinistra sul sentiero che conduce verso il fondovalle. Continuare sempre sul tracciato sino a trovare il bivio a sinistra con indicato cascate di Patry e Acheronte. 1 ora e 30 minuti

L1: Bel muretto a 70° 75° con breve tratto a 80° dal termine seguire il canale 150 m a 40° sino alla strettoia

L2: Bella lunghezza incassata 75° 85°

L3-L4-L5: Canale stretto tra alte pareti 60° 70° sino al termine

Discesa: In corda doppia sulla cascata

Interesse: 4

18

Cascata di Patry sinistra

Grassi e Marchisio 20-03-85

Difficoltà: II/3+

Lunghezza: 250 metri

Quota: 2100 metri

Avvicinamento: dal villaggio di Valmiana proseguire sul tracciato battuto per i pedoni e cascatisti attraversando dopo poco la pista di fondo. Continuare su tracciato nei pressi del torrente e poco prima della passerella del giro di boa della pista di fondo, volgere a sinistra sul sentiero che conduce verso il fondovalle. Continuare sempre sul tracciato sino a trovare il bivio a sinistra con indicato cascate di Patry e Acheronte.  1 ora e 30minuti

L1: Largo muro a 70° 80° con breve tratto a 85° sosta in cima sulla strettoia

L2: Breve muretto a 85° poi pendio facile sosta su un blocco isolato

L3: Facile muro 70° sosta a sx sulle rocce appena sopra

L4: Bel muro 70° 85° con breve passaggio a 90° sosta a dx

L5: Stretta goulotte a 60° sosta a dx

Discesa: Effettuata la doppia dai balzi finali. Alla base dell’anfiteatro uscire dalla cascata sulla dx orografica iniziare a scendere e senza particolari difficoltà raggiungere la base.

Interesse: 5

A

Cascata di Patry destra

P. Sobrà e Compagni 01-05-85

Difficoltà: II/5

Lunghezza: 50 metri

Quota: 2100 metri

Avvicinamento: come Patry sinistra

L1-L2-L3: come Patry di sinistra

L4: Bel colonnato poggiato su piedistallo 80° 85° con 10 m a 90°

Discesa: Come per Patry sinistra.

Interesse: 5

B

Pisellino di Patry

M.Cisana e S.Pelucchi 30-01-94

Difficoltà: III/5

Lunghezza: 35 metri

Quota: 2100 metri

Avvicinamento: come Patry di sinistra

L1: simpatica lunghezza in candela 20 m a 90° poi facile canale

L2: Risalire un facile canale che porta all’anfiteatro alto di Patry

Discesa: Come per Patry sinistra

Interesse: 3

C

Patry direttissima

F. Marsigny ?

Difficoltà: II/5+

Lunghezza: 45 metri

Quota: 2100 metri

Avvicinamento: come Patry di sinistra

L1: formidabile colonnato a 90°

Discesa: dalla cima con una corda doppia sino all’anfiteatro.

Interesse: 4

D

Papy e Mamy

A.Cambiolo, N.Meli e R.Vittorangeli 05-12-99

Difficoltà: II/4

Lunghezza: 250 metri

Quota: 2100 metri

Avvicinamento: come per Patry sinistra

L1-L2-L3: come per Patry sinistra

L4: stretto canale di ghiaccio sottile 80° 85°

L5: Muretto a 80° poi canale facile

L6: Canale 60° con facili saltini a 70°

Discesa: In doppia sulla cascata fino a raggiungere Patry all’anfiteatro. Proseguire poi come per quest’ultima.

Interesse: 2

19

Sentinel ice

Aimi, Cambiolo, Canneva e Righetti 07-12-91

Difficoltà: III/5

Lunghezza: 130 metri

Quota: 1750 metri

Avvicinamento: da Valnontey seguire il largo tracciato per il fondovalle. Nei pressi del campeggio uscire a sinistra e risalire i pendii in direzione delle tre cascate parallele. Quella in questione a posta sull’estrema destra. 45 minuti

L1: muro iniziale 70° 75° con breve tratto a 90° in genere stalattitico.

L2: rampa più facile 70° 80° sino alla base del colonnato.

L3: Spettacolare colonna 90° che pende dallo strapiombo e breve canalino finale 80° 85°.

Discesa: In corda doppia lungo la cascata.

Interesse: 5

20

Cicciu gallucciu

M.Datrino e P.Vivalda fine dicembre 96

Difficoltà II/5

Lunghezza 110 metri

Quota 1750 metri

Avvicinamento: come per sentine lice in quanto questa colata è la centrale delle tre. 1 ora e 15 minuti

L1: muro stalattitico 80° 90°

L2 : candelina 90° terreno misto 90°, poi 75° 80°.

Discesa: lungo la cascata (non attrezzata)

Interesse: 3

21

Doccia fredda

R. Buccella e G. Passino 07-12-96

Difficoltà: II/5

Lunghezza: 100 metri

Quota: 1750 metri

Avvicinamento: come per le precedenti in quanto questa è la stalattitica cascata di sinistra. 45 minuti

L1: stalattite a 90° poi cno a 75° e finale sulla stalattite 90°.

L2 : canale più facile 75° 80°.

Discesa: Sull’asse della colata (non attrezzate)

Interesse: 4

il nuovo "Diamanti di cristallo"

Condivisi su Facebbok