Cascate di ghiaccio vallone Urtier e Lillaz (Val di Cogne)

Tags: , ,

La zona più alta della Val di Cogne, qui si inizia a comprendere quanto ci sia da scalare in queste valli. La conca di Lillaz è indiscutibilmente la porta di accesso al magico universo dell’arrampicata su cascate di ghiaccio. Inclusa in questa zona abbiamo inserito anche le cascate di ghiaccio del vallone dell’Urtier. Qui purtroppo le colate soffrono per una sfavorevole esposizione, ma se le troverete in condizioni… vi auguriamo incredibili giornate di arrampicata su ghiaccio.

Accesso: da Cogne seguire la strada carrozzabile per Lillaz dove sono presenti diversi parcheggi per sostare le auto. Scegliere quello più opportuno in base alla relazione della singola cascata.

1

Cascata di Champlong

H.Marguerettaz ?

Difficoltà: II/4

Lunghezza: 70 metri

Quota: 1700 metri

Avvicinamento: da Cogne seguire per Lillaz e raggiungere la frazione di Champlong. Qui parcheggiare e risalire i pendii in direzione della gola che ospita la colata. 30 minuti

L1: facili rigonfiamenti 60° 70°

L2: muretto 70° poi candela 90°

Il 26-01-03 M.Giglio e I.Iemmi sono saliti nel canale sino a 100 metri dalle miniere di Colonna a circa 2300 metri, rientrando attraverso il sentiero delle miniere.

Discesa: superata la candela continuare ancora nel canale e appena possibile uscire a sinistra. Iniziare a scendere nel bosco e prestando attenzione ad alcune balze rocciose rientrare all’auto.

Interesse: 1

2

Cascate di Lillaz

A.Cambiolo e P.Sartore  18-01-81

Difficoltà: da I/2+ a I/4 a seconda dell’itinerario scelto

Lunghezza: 250 metri

Quota: 1650 metri

Avvicinamento: Dal parcheggio di Lillaz seguire il sentiero sulla destra orografica del torrente, per poi scendere proprio prima dei balzi iniziali di sinistra. Dal parcheggio di Lillaz, seguire la strada che entra nella frazione e seguendo le indicazioni per le cascate portarsi sulla sponda sinistra orografica del torrente. Continuare a seguire le indicazioni turistiche per le cascate di Lillaz.

A: Attacco di sinistra

L1: facile 50°

L2: muretto 60°

L3: breve risalto 80° poi facile

L4: breve risalto a 80° poi facile


B: Attacco di destra

L1: grande muro 65° 75° brevi rigonfiamenti a 80°

L2: candela finale breve 90° poi 75° 85°


C: Candelino di destra

L1: candela effimera 90°



Salto sotto al ponte

L1: rampa 70° poi 90° per breve tratto poi 65° 75°

Anfiteatro

A) sinistra: muro che sostiene la colonna 80° poi breve 90°

B) Centrale: cono 70° poi 90° breve e poi facile 50°

C) destra: muretto 80° poi 65° 75°

D) estrema sinistra (raramente): muretto 75° 80° poi candelino 90°

E) Salto di uscita

Prendiamo in considerazione solamente l’uscita artificiale di sinistra, in quanto l’uscita originale di destra risulta troppo pericolosa nel caso la chiusa della centrale registrasse un blocco. L’enorme quantità di acqua che si riversa sul flusso rende questa uscita troppo pericolosa.

L1: muro 65° 75° con brevi rigonfiamenti a 80°

L2: muro 60° 70°

L3: muretto di uscita 75° poi più facile 65°

Discesa: usciti dalla cascata reperire il facile sentiero, alta via numero 2, che rimanendo sulla destra orografica della cascata riporta a Lillaz.

Interesse: 5

3

Goulliver

Difficoltà: da I/2 a I/3+

Lunghezza: 20 metri

Quota: 1700 metri

Avvicinamento: seguire il sentiero che dal belvedere sul salto di destra sale verso il ponte. Superate due ripidi tratti a breve si raggiunge la base.

L1: largo muro che offre varie possibilità

Discesa: in corda doppia sulla cascata.

Interesse: 2

4

Lau-Bij

E.Marlier e J.Mazza 26-02-89

Difficoltà III/4+

Lunghezza: 70 metri

Quota: 2100 metri

Avvicinamento: daLillaz seguire il tracciato per le cascate sulla sinistra orografica del torrente, sino a reperire sulla destra il sentiero che sale ripido verso il lago delle Loye. Seguire il percorso sino in vista della larga bastionata rocciosa dove è posta la cascata. 1 ora

L1: 90° poi 75° con muretto finale a 90°

L2: traversata molto esposta70° 80° per raggiungere il passaggio tra roccia e ghiaccio poi canalino di ghiaccio sottile 65°

Discesa: scendere a sinistra dall’uscita e raggiungere alcuni larici sul bordo del salto roccioso. Da qui con una calata in corda doppia.

Interesse: 5

A

Lau-Bij colonnato di destra

S.Bigio, S.Epiney, M.Pellin e S.Petey corso aspiranti guida V.d.A.

Difficoltà III/6

Lunghezza: 70 metri

Quota: 2100 metri

Avvicinamento: come per Lau-Bij in quanto questa spettacolare candela è la soluzione diretta di destra. 1 ora

L1: colonna staccata 90° poi breve muro a 75° 85°

L2: colonna 90° che termina nel canalino di uscita di Lau-Bij

Discesa: come per Lau-Bij

Interesse:  5

5

Prima

A.Cambiolo e M.Panolfi 24-12-91

Difficoltà: III/2

Lunghezza: 70 metri

Quota: 2100 metri

Avvicinamento: come per Lau-Bij in quanto questa cascata è posta appena più in alto a destra sulla bariera rocciosa. 1 ora e 15 minuti

L1: 75° 80° con breve risalto a 90°

L2: facile rampa a 60° 70°

Discesa: in corda doppia sulla cascata

Interesse:  1

6

Cascata delle Loye

G.C.Grassi e S.Sthor   30-03-86

Difficoltà:  II/3

Lunghezza:  60 metri

Quota:  2150 metri

Avvicinamento: come per Lau-Bij ma continuare a salire nel canale e raggiungere la cascata posta più in alto sulla bariera rocciosa. 1 ora e 30 minuti

L1: muro a 75° 85° con breve tratto a 90°

L2: muretto breve di uscita 70°

Discesa: sulla cascata in corda doppia

Interesse:  2

7

Ibex goully

G.C.Grassie A.Morittu gennaio 1991

Difficoltà:  II/4

Lunghezza: 60 metri

Quota: 1800 metri

Avvicinamento: come per Lillaz goully sino a dove il canale dei quest’ultimo inizia a restringersi. Da qui spostarsi a sinistra nel bosco e raggiungere facilmente la base della cascata. 1 ora e 15 minuti

L1: muro a 70° 80° con breve muretto a 90°

L2: muro di ghiaccio sottile 90° con breve movimento su roccia M5

Discesa: in corda doppia sulla cascata.

Interesse:  3

A

Candela di Ibex

A.Savin ?

Difficoltà: II/5

Lunghezza: 20 metri

Quota: 1800 metri

Avvicinamento: come per Ibex goully

L1: colonnato di 20 metri 90°

Discesa: in corda doppia sulla cascata.

Interesse:  3

B

X comme fragile

?

Difficoltà:  ?

Lunghezza: 50 metri

Quota: 1950 metri

Avvicinamento: come per Lillaz goully in quanto questa è una soluzione a sinistra dello stesso. 1 ora e 15 minuti

L1: muretto 70° 80° poi candlina fragile 90°

Discesa:in doppia sulla cascatacascata.

Interesse:  2

8

Lillaz goully

N.Giovenzano, G.C.Grassi e N.Margaira 28-12-85

Difficoltà:  III/4

Lunghezza: 200 metri

Quota: 1950 metri

Avvicinamento: dal parcheggio del campeggio al sole a Lillaz, seguire le indicazioni per le cascate della Valeille. Poco dopo appena prima di entrare nella valle a sinistra diparte la traccia indicata per le cascate Lillaz goully e Ibex goully. Salire nel bosco e raggiungere il canale dove in alto è posto il colatoio dove scende la cascata. 1 ora e 15 minuti

L1: muro che si restringe 70° 75° con breve passaggio nella strozzatura 85° poi ghiaccio sottile 65° nel diedro di sinistra.

L2 e L3 : canale a 45° 50°

L4: stretto colatoio a 60° 70°

L5: strozzatura a 70° poi breve muretto a 85° 90°

L6: canalino 70° 80° poi colatoio stretto a destra 85° e breve passaggio di rocciaM5

L6: salire facilmente nel canale e raggiungere il pianoro superiore

Discesa: dalla fine di L6 spostarsi verso est e raggiungere il canale che scende dal lago delle Loye passando proprio dinnanzi alle cascate della bastionata di Lau-Bij.

Da L5 in corda doppia sulla cascata

Interesse: 4

9

Candelone Di Bella

A.Savin ?

Difficoltà: I/4

Lunghezza: 25 metri

Quota: 1650 metri

Avvicinamento: dal parcheggio del campeggio, seguire il tracciato per la Valeille. Nel primo tratto pianeggiante spostarsi a destra nel pendio e raggiungere a breve la costruzione dell’acquedotto. Spostarsi ancora e raggiungere l’orlo della forra. Con una calata in corda doppia si è sul fondo alla base del colonnato. 30 minuti

L1: un vero e proprio tubo di ghiaccio 85° 90°

Discesa: inesistente

Interesse: 4

10

Cascata di Taveronnaz

S.Calvi e G.Ghigo 19-01-86

Difficoltà:  IV/3

Lunghezza: 400 metri

Quota: 1950 metri

Avvicinamento: da lillaz seguire la strada che sale formando diversi tornanti, nel vallone dell’Urtier. Arrivati nella parte alta inizia una breve discesa che in breve conduce al bivio sulla destra per l’alpe Les Gollies. Sulla bastionata rocciosa della destra orografica è visibile la cascata. Lungo pendii portarsi alla base. 1 ora e 45 minuti

Descrizione generale: Lungo canale mai estremamente difficile 60° 75° e breve colonna a 90°

Discesa: dalla fine salire ancora e raggiungere la strada poderale e le baite omonime e seguendo il tracciato a destra si ritorna sulla strada di fondovalle che seguita a ritroso riporta a Lillaz.

Interesse: 3

11

Cascata del Bardoney

ACambiolo e F.Del Vecchio 09-10-89

Difficoltà: III/2+

Lunghezza: 300 metri

Quota: 2300 metri

Avvicinamento: come per la cascata precedente sino al bivio per l’alpe Les Gollies, al bivio scendere brevemente e raggiungere le case. Da qui seguire la segnaletica alta via numero 2 e inoltrarsi nel bosco dove il sentiero inizia a salire per raggiungere il vallone del Bardoney. Ad un bivio a sinistra, seguendo sempre la segnaletica alta via, il sentiero abbandona quello per il Bardoney e attraversa il torrente con un ponticello. Seguire questo tracciato, da qui la cascata è ben visibile nel fondo della gola posta a sud est. Seguire brevemente sino a reperire il ruscello che scende dalla cascata e suguirlo tra dolci pendii sino alla base. 3 ore

Descrizione generale: lunga sequenza di muretti e rigonfiamenti mai ripidi 60° 70° e rari balzi a 85°.

Discesa: dal pianoro sommitale piegare a sinistra sino a raggiungere la cresta che divide questa valletta dal vallone dell’Urtier. Scendere senza difficoltà nel vallone sino a raggiungere il sentiero dell’alta via 2 seguire a sinistra e ritornare alla casa del guardiaparco e al ponticello ed infine a ritroso si rientra a Lillaz.

Interesse: 3

il nuovo "Diamanti di cristallo"

Condivisi su Facebbok